Carnevale di gioia, festa e pallone al "Recine" con la Vjs Velletri

000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Fantastico pomeriggio per i bambini della Vjs Velletri, che presso il centro sportivo “Vittorio Recine” hanno dato vita, insieme ai loro istruttori, ad un allenamento in maschera per festeggiare al meglio il Carnevale. Un venerdì di quelli da ricordare, sia per i bizzarri travestimenti dei mister e degli atleti, sia per l’alternativa e simpatica modalità di allenamento, con musica di sottofondo e tanto divertimento. La grande famiglia della Vjs Velletri ha smesso per un giorno i panni della precisione e del rigore tecnico ed è scesa in campo con l’unico scopo di divertirsi e svagarsi, in attesa di riprendere il calcio giocato con la fase primaverile in arrivo che porterà diverse novità per gli atleti veliterni. Durante i festeggiamenti, abbiamo fatto un giro per intervistare i vari mister, mascherati in modo originale e divertente. “Mi sono vestito da hippy, la festa è riuscitissima e il mio gruppo si è mascherato con originalità. Alcuni purtroppo si sono vestiti da laziali (sorride, ndR), il più divertente è Ficociello che è un bellissimo clown”. Travestimento piuttosto particolare anche per Massimo Giri, allenatore dei portieri: “Sono vestito da mimo e non potrei parlare – ha detto – ma facciamo un’eccezione. La festa va benissimo, i bambini rispondono contenti”. Un mimo in porta non potrebbe starci, come fa a dirigere la difesa? “Un portiere muto non esiste – scherza Giri – ma oggi ho fatto un atto di protesta per non parlare, almeno un giorno alla settimana. Però non ci sono riuscito”. Mister De Stefano Massimi e mister Daniele Calcagni, invece, si sono vestiti in coppia: “Sono Super Mario – dice l’allenatore dei 2007 – e ho portato anche l’attrezzatura. Questa festa è bellissima perché i bambini ci dimostrano che sono gioia e divertimento”. Si spezza il ritmo allenamento, così? “Lo vedremo a fine settimana – sorride il tecnico – ma intanto la festa e l’estro ci vogliono”. Calcagni, invece, parla di coppia perfetta con De Massimi. “Non ci potremmo allenare così tutte le settimane, ma è bello vedere che i bambini rispondono alla grande, con tanti sorrisi. La migliore maschera secondo me è quella di mister Giri, ha vinto vestito da mimo!”. Da Dracula, invece, il travestimento di mister Matteo Moscato, preparatore atletico: “Sono un giustiziere sempre, nella notte e nel giorno, per tenere alto il morale, la fiducia e l’educazione dei bambini. All’imbrunire andremo a giocare a calcio”, conclude.  Un Carnevale suggerito dai suoi stessi ragazzi quello di Daniele Bracchetti, allenatore dei 2008: “E’ un giorno particolare, ci si diverte. Mi sono mascherato da super eroe perché me lo hanno detto i ragazzi. È una bella maschera, ci sono anche le mie iniziali, S.B., che stanno per Super Bracco”. In perfetta divisa di rappresentanza mister Pasquini, che ironizza: “Mi sono vestito da allenatore della Vjs Velletri perché ci sono tanti allenatori falsi in giro – se la ride il tecnico – e io allora ho voluto essere un allenatore vero con la divisa ufficiale. A parte gli scherzi, è un bel giorno di festa e aggregazione”. Il preparatore dei portieri Fabrizio Mafferi, invece, si è divertito a vestirsi con un costume fronte/retro: “Ho una faccia davanti e una dietro, sono un zombie pelle e ossa, andate a sapere qual è la faccia vera…”. Mister David Cosetti, circondato dai suoi giocatori, ha invece partecipato all’allenamento: “Ma la divisa è la maschera migliore!”. Anche Lorenzo Mafferi, collaboratore tecnico, si è vestito da indiano per motivi particolari: “Ci sono i colori rossoneri. Mi piacciono gli indiani, e poi hanno i colori della Vjs…”.

Visite

0343700
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Scorsa Settimana
Questo Mese
Scorso Mese
Totali
195
1056
5657
5309
15624
18111
343700