Sala Stampa

De Massimi dopo la vittoria contro il La Rocca: "Decisi, sereni e umili nel correre più dell'avversario"

0000000000000000000000000000000000000000000000000aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

L'intervista al tecnico della Vjs Velletri dopo la vittoria contro il La Rocca (1-0).

Mister De Massimi, allo “Scavo” una gara che poteva facilmente prendere una deriva nervosa. Dodici palle gol nel primo tempo e si è andati al riposo sullo 0-0. Come hai caricato la squadra nell’intervallo?

Incredibilmente la palla sembrava non volere entrare, però non bisogna mai farsi prendere da un facile nervosismo...al contrario continuare sull'onda che ci ha liberato più volte davanti al portiere senza mescolare troppo. Esiste l'invenzione ma preferisco sempre che il goal sia il premio alla manovra corale. Ai ragazzi ho detto solamente di essere sereni, consapevoli, decisi e soprattutto umili, perché in una gara cosi bisogna proprio avere l'umiltà di correre di più dell'avversario.

Un successo meritato, al di là del risultato di misura, per quello che si è visto in campo. Cosa ti è piaciuto della squadra e cosa, invece, è mancato? 

Mi piace la mia squadra, sono stati ottimi in settimana cosi come è stato deciso l'approccio alla gara e la dedizione con cui l'hanno condotta fino al termine. Questa è una vittoria importante per l'umore che viene per rafforzare l'autostima del gruppo proprio perché arrivata dopo un dominio del gioco pressoché totale. Faccio un plauso agli avversari del La Rocca per non aver mai mollato veramente, tenaci fino al 95'.

Hai avuto le risposte che volevi dal gruppo in una settimana contraddistinta da diversi infortuni e da alcuni giocatori indisponibili?

Assolutamente sì. Spesso ci ripetiamo che alla singola giocata preferiamo il gruppo e proprio in questa gara, vista l'indisponibilità di più di un elemento, la rosa ha risposto presente. Questa è la strada giusta verso una mentalità sportiva corretta e e competitiva. Se navighiamo nelle zone d'alta classifica il merito è di tutti i venti guerrieri che ho in lista.

Domenica si gioca contro la Virtus Campo di Carne, in trasferta. Campo difficile e pesante, dovrete prendere le giuste misure per adattarvi al contesto… 

L'adattamento al campo in terra sarà fondamentale e sicuramente in settimana lavoreremo per portare le nostre giocate e le nostre ambizioni a casa del Campo di Carne. Sarà una partita che rimane tappa importante del nostro cammino: non importa tanto l'avversario ma conta esser figli di se stessi. Dobbiamo oncentrarci e adattarci ad una gara per volta.

Un’ultima battuta extra-campionato: nonostante la categoria e l’orario a molti scomodo per la concomitanza delle partite di Serie A, al “Giovanni Scavo” le due tribune sono sempre gremite e finora difficilmente si è scesi sotto quota 300 spettatori. Numeri piccoli per Velletri ma grandi per quella che è la missione della Vjs Velletri…

Questo deve essere per noi orgoglio e incarico. Orgoglio perché quando hai un seguito cosi importante vuol dire che sei sulla strada giusta e il tuo lavoro e quello che esprimi piace. Essere lo spettacolo preferito di tanti tifosi la domenica lo dobbiamo considerare un privilegio. Allo stesso tempo è un incarico: portiamo sul campo la maglia della Vjs Velletri, onorarla è d'obbligo con impegno e serietà. Mettiamo una passione elevata all'ennesima potenza per una tifoseria che ama questi colori.

Sponsor

Visite

0557204
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Scorsa Settimana
Questo Mese
Scorso Mese
Totali
922
1579
2508
4827
17028
29310
557204