Sala Stampa

Intervista a mister Stefano De Massimi: "Pronti ad ogni gara, con la forza del gioco corale"

00000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Intervista all'allenatore della Vjs Velletri dopo la gara vinta allo "Scavo" contro lo Sporting Pomezia (1-0).

Mister De Massimi, arriva un’altra vittoria tra le mura amiche. Tre punti importanti che danno continuità al cammino della Vjs Velletri. Soddisfatto della gara?

Sono soddisfatto della prova offerta dalla squadra. Anche ieri abbiamo creato già nel primo tempo tante occasioni da goal pulite e rischiato dietro zero. Sono segnali importanti per questo ultimo periodo del campionato anche dal lato condizionale. Creare va di pari passo con il movimento e questo deve essere il nostro credo: corsa, intelligenza, attenzione e qualità e ancora una volta i ragazzi hanno dimostrato tutti questi valori e qualcosa in più.

Anche nel match di ieri salta all’occhio la poca cattiveria sotto porta: almeno otto palle gol nitide sul taccuino, ma la vena realizzativa rimane bassa. Cosa vi manca lì davanti per chiudere le partite? È un problema tecnico o psicologico?

Credo che la lucidità sotto porta sia una prerogativa più che un adattamento. Credo ai giocatori con un certo numero di goal nel proprio repertorio e non credo che quella freddezza sottoporta si possa acquisire durante una stagione, diciamo che bomber ci si nasce. Quella naturalezza di attaccare la palla in determinate zone goal un po' ci manca, però allo stesso tempo abbiamo trasformato questa mancanza puntando al gioco d'assieme, con rotazioni che liberino più giocatori alla conclusione. Un gioco quindi al posto dell'individualità. Personalmente sono convinto che in rosa non manchi nulla, ci sono carattere, qualità, empatia e senso d'appartenenza.

La squadra ha dato l’impressione di abbassare i ritmi nella ripresa, cercando di sfruttare gli spazi lasciati dalla superiorità numerica per attaccare l’avversario e non rischiando nulla nelle retrovie. Era questo che avevi chiesto ai ragazzi all’intervallo?

Ai ragazzi ho chiesto di continuare a fare la gara senza risparmiare energie anche se la piega del primo tempo ci aveva in qualche modo non dato quello che meritavamo in termini di relizzazioni. Diciamo che su così tante occasioni da goal vincere 1-0 ci fa rimanere comunque con la sensazione di aver lasciato sul campo qualcosina d'inespresso.

Il campionato si sta rivelando sempre più avvincente, sia nella zona salvezza che in quella promozione. Da qui alla fine sono possibili, secondo te, delle sorprese sia in testa che in coda visto che è tutto apertissimo?

Apertissimo é la parola chiave. Nessuno di noi si chiede cosa succederà. Siamo solo concentrati settimana dopo settimana pensando una partita alla volta, tutte con le loro difficoltà tutte con le loro peculiarità, dai terreni di gioco agli orari delle gare, fino all'adattamento ai primi caldi stagionali. Ad ora mancano sette gare e ben 21 punti. Con questi scarti minimi in classifica può e deve ancora succedere di tutto. 

Prossimo turno che vi vedrà impegnati in un altro scontro di alta quota contro un SS Pietro e Paolo che è una delle squadre più in forma del momento…

Ed è bellissimo cosi. Da martedì cominceremo a preparare la nuova sfida con la testa e le gambe che saranno pronte a dare il massimo anche domenica in trasferta. Chiaro che mi aspetto una sfida alla pari contro una delle migliori squadre del girone e proprio per questo motivo ci faremo trovare pronti ancora una volta. Saremo la Vjs Velletri che ogni tifoso vuole vedere: saremo determinati, coraggiosi, competenti, aggressivi in ogni soluzione pronti a dimostrare ancora qualcosa di più, qualcosa che ancora non abbiamo fatto mai.

Sponsor

Visite

0464015
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Scorsa Settimana
Questo Mese
Scorso Mese
Totali
394
410
1430
3756
14904
23812
464015