Sala Stampa

Intervista a mister De Massimi: "Il gol subito è stato uno schiaffo educativo"

0ademassimi

Intervista all'allenatore della Vjs Velletri, Stefano De Massimi, dopo il successo sul Clembofal (3-1).

Mister, è arrivata la prima vittoria casalinga. Un successo meritato e stavolta messo al sicuro con il gol del 3 a 1...

Questa vittoria sicuramente rende il gruppo orgoglioso. Aver preso l'intera posta in palio mostrando soprattutto nella ripresa ordine, carattere e principi di gioco quasi in ogni azione, può indicarci che la strada presa é quella corretta. Spesso poi il risultato, oggi per noi positivo, oscura o cancella nella peggiore delle considerazioni le esitazioni, gli errori tecnici, la superficialità in alcune scelte che magari vanno a rallentare lo sviluppo di un azione che sia essa propositiva, d'uscita o di palleggio per potenziare la nostra sistemazione in campo. Già a fine gara coi ragazzi parlavamo non del risultato ma di come migliorare l'approccio ai primi tempi dove per il momento diamo troppo importanza a guardarci le spalle ignorando l'importanza di scendere…

Nel primo tempo c'è stato equilibrio ma siete riusciti a ribaltare il punteggio. Il gol subito rappresenta un calo di attenzione, visto che è molto simile a quello preso con il Rocca di Papa?

Se siamo un gruppo sano - e noi crediamo veramente di esserlo - e viverlo anche al di fuori degli allenamenti non possiamo mai basare un approccio alla gara soffrendo magari l'emozione o l'adrenalina perché questi fattori non sempre portano lucidità nella scelta e siccome questo bellissimo e difficilissimo girone non perdona non possiamo sempre aspettare uno schiaffo educativo per toglierci dal torpore. Proprio in questa gara il goal del vantaggio degli avversari, peraltro squadra che a livello tattico mi é parsa veramente ben preparata, ci ha sciolto le gambe, non é stata una doccia gelata ma veramente ci ha svegliato come uno schiaffo educativo. Difatti da lì in poi abbiamo preso ritmo e indirizzato la gara verso le nostre giocate fino a ribaltare e poi allungare nel risultato.

Nella ripresa la Vjs ha creato molto, pur senza mai affidarsi ai lanci lunghi a scavalcare il centro campo. Una tattica ormai rodata?

Per me é importante che la squadra si esprima e che si riconosca nelle proposte che portiamo avanti durante la settimana sul campo d'allenamento. Aver poi a disposizione una rosa giovane e di talento agevola in qualche modo il lavoro che rimane sempre e comunque a base ludica perché se non c'è divertimento in quello che si fa o si propone non può esserci crescita, comprensione di esso e infine riuscita. Questo porta il gruppo al divertimento e alla coesione di pensiero abbinata al movimento che non sarà mai fine a se stesso, ma sarà una soluzione.

Domenica trasferta pontina contro una nobile decaduta reduce da un brutto KO. Il Borgo Podgora sarà un osso duro soprattutto in casa su un fondo in erba... 

Domenica giocheremo in trasferta e questo di per sé é già un'insidia in più. Ci aspetterà un'altra domenica all'insegna dell'agonismo su un terreno in erba naturale. Avendo disputato lo scorso anno il campionato nel girone pontino sappiamo che non può bastare un solo tempo giocato bene per andare a prendere punti importanti, al contrario serviranno attenzione, carattere e corse intelligenti per coprire un campo di dimensioni notevoli, sia nelle proposte che nelle rincorse. La settimana, che poi rimane lo specchio e il giudice della domenica, ci aiuterà ad arrivare prontissimi a questo esame che può rappresentare una tappa importante della nostra crescita e ambizione che solo noi possiamo alimentare cercando su ogni campo il massimo in palio.

Visite

0620995
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Scorsa Settimana
Questo Mese
Scorso Mese
Totali
253
495
1674
5319
8219
21493
620995