Sala Stampa

Intervista a mister De Massimi: "Il risultato non crei confusione"

0ingressorocca

Intervista all'allenatore della Vjs Velletri dopo il ko di Rocca di Papa (0-1).

Mister, arriva una sconfitta dopo un periodo di imbattibilità di due mesi. Cosa non ha funzionato negli ingranaggi della squadra?

La squadra per l'approccio alla gara, condizione fisica e spirito agonistico riesce a mio parere a tirar fuori una sufficienza. Allontanando il focus dal risultato finale, la gara di oggi ci dà l'opportunità di andare a lavorare su un un'interpretazione che é venuta meno soprattutto nel secondo tempo in maniera evidentissima. E parlo di difetto di personalità tecnica che magari per ora si sta manifestando oltremodo in trasferta dove il tono agonistico sale e ci sentiamo meno sicuri. Questo é un processo di crescita che possiamo allenare solo remando tutti nella stessa direzione...credere in noi stessi e nei nostri principi di gioco deve restare un dogma, l'unica strada transitabile per correre forte in un girone che non ti permette calma o battute d'arresto. Un percorso che deve allontare l'emotività e le soluzioni estemporanee e trasformarci in blocco unico anche in situazioni di difficoltà ambientale.

La partita è stata piuttosto tirata e scialba, con gli avversari che hanno capitalizzato al massimo forse l'unica occasione creata. Rimpianti per il mancato raggiungimento almeno del pari?

Il goal preso su palla inattiva che poi é simile ad una nostra proposta ha sancito la nostra uscita dalla gara in maniera ragionata come al contrario abbiamo fatto per i primi 20 minuti in cui le trame pulite da dietro utilizzando poi i play bassi ci avevano permesso di presentarci pericolosi in più d'una occasione. Proprio questo per il momento è la cosa dura da digerire...l'aver nascosto la personalità tecnica provando ad abbattere l'avversario o l'intralcio anziché aggirarlo e creando più soluzioni utili alle azioni offensive. La gara per lunghi tratti é stato un monologo di palle alte e ribattutte cose lontane anni luce dai nostri canoni consueti.

A livello di gioco, sei soddisfatto di come i ragazzi hanno interpretato la gara, al di là del risultato?

É chiaro come sempre dico che il risultato può mettere tutti d'accordo o creare confusione. L'interpretazione della gara non può certo soddisfare noi squadra o società o tifoseria. Snaturarsi per ribattere un calcio diverso non può darci soddisfazioni però certamente ci lascia spunti per una settimana di lavoro incentrata su noi stessi...la nostra anima...su quello che vogliamo essere... Un richiamo continuo quindi alla personalità e alla competenza dei ruoli e del gesto tecnico, tutto per favorire una manovra d'assieme riconoscibilissima che già abbiamo mostrato in passato e che di certo non ci ha stancato. La proiezione di una calcio propositivo e l'ordine tattico rimangono le basi e l'evoluzione di questa vjs Velletri che mai dovrà smettere di mostrare denti e anima...ce lo impone la maglia! 

Domenica arriva il Pro Calcio Cecchina in quello che può considerarsi uno scontro diretto per le zone nobili della classifica. Che opinione ti sei fatto degli avversari?

Domenica si torna al calore dello "Scavo", dove spinge forte il calore della gente. Allo stesso tempo anche le responsabilità di regalare uno spettacolo all'altezza del nome e dell'avversario forte che domenica ci verrà a trovare. L'impegno dei ragazzi sarà assoluto come ogni volta e la voglia di regalare la domenica perfetta a chi segue la squadra col cuore sarà tanta.In più stavolta ci metto pure dentro la natura umana competitiva di questo gruppo sicuramente motivato a rialzare da subito testa e schiena come accade ai migliori predatori nelle giornate di caccia. Domenica sarà per noi una giornata da caccia ai tre punti é si lotterà per questo.

Visite

0715012
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Scorsa Settimana
Questo Mese
Scorso Mese
Totali
139
681
3856
5883
25687
26442
715012