Sala Stampa

Intervista a mister De Massimi: "Siamo gli interpreti del nostro cammino"

cecchina

Intervista all'allenatore della Vjs Velletri dopo la vittoria sul Pro Calcio Cecchina (5-4).

Mister si chiude l'anno casalingo con una vittoria. Di buono c'è la reazione dopo la prova poco brillante di Rocca di Papa, hai avuto le risposte che aspettavi?

Domenica é stata una giornata brillante per noi e la cosa ci da la giusta spinta nella convinzione che sempre ci prepariamo in settimana per dare questa impronta e queste risposte nelle gare. Mai bisogna lasciarsi dentro scorie di partite precedenti altrimenti si alimentano ansie e reazioni che in realtà non dovrebbero esistere se si é sicuri di aver dato il massimo in settimana. E spesso i ragazzi sono speciali per dedizione e capacità di adattamento. L'obiettivo era quello di offrire spettacolo, distribuendo nei 90' intelligenza e competenza di gioco e ora ci rimane la convinzione di poter lottare ovunque in questo girone che non accetta pronostici.

Nota dolente l'infortunio di Schiavetti. Come sta il ragazzo?

Lorenzo é un ragazzo d'oro. Uscendo ci ha chiesto di non mollare un centimetro. Da domenica dopo lo sfortunato infortunio è diventato per noi un pensiero fisso che ci responsabilizza ad essere una squadra sempre più coesa, sempre più affamata. Seria e professionale alla ricerca continua di spostare i nostri limiti oltre ogni domenica. Affronterà un'operazione e noi lo aspetteremo in campo regalandogli il nostro massimo per questa maglia.

La difesa al netto di una partita vivace e mai noiosa ha traballato pericolosamente e non è esente da colpe in almeno tre dei quattro gol subiti. Come mai una delle retroguardie meno battute subisce 4 reti insieme? Giornata storta?

Assolutamente non possiamo essere felici per aver subito goal. Analizzando poi le cause e gli errori con grande serenità abbiamo la convinzione di poterci migliorare sia nell'atteggiamento che mai dovrà mostrarsi passivo sia nelle posture che possono agevolare i difensori a raggiungere velocemente la posizione perfetta in considerazione dell'avversario e degli spazi da prendere. Il loro atteggiamento da guerrieri certo agevola questi tipi di discorsi.

Il 2019 si chiude con la difficile trasferta di Pomezia. Pare che i pometini, vincendo a Divino Amore, si siano candidati ad essere i più autorevoli per il podio. Sarà una gara complessa?

Ogni gara é aperta, un vero appuntamento al buio. La bontà e allo stesso tempo la difficoltà del girone ci porta un'altra trasferta importante in un ambiente caldo e giustamente euforico per i risultati che stanno arrivando con continuità. Siamo ancora noi comunque gli interpreti del nostro cammino e di certo non c'è stanchezza o voglia di sedersi e tirarsi indietro ma al contrario sono queste le gare dove dobbiamo dimostrare autorità e personalità tecnica per poterci confermare una credibile realtà giocando il nostro calcio con continua forza e coraggio. Poi il risultato evidenzierà e premierà chi nei 90' avrà avuto più fame e espresso meglio quello in cui crede e prepara. Penso che alla lunga un gruppo sano di principi e di comportamenti come lo é questa Vjs Velletri sarà in grado di farsi largo tra rose pubblicizzate e ambienti caldi d'agonismo con l'obiettivo di spostare oltre i limiti per cogliere i miglioramenti.

Visite

0714954
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Scorsa Settimana
Questo Mese
Scorso Mese
Totali
81
681
3798
5883
25629
26442
714954