Sala Stampa

Intervista a mister Stefano De Massimi: "Abbiamo interpretato una gara con ritmo e personalità"

 000aaaamister

Intervista all'allenatore della Vjs Velletri dopo l'ultima gara dell'anno (1-1 a Pomezia).

Mister si chiude l'anno con un pareggio acciuffato nel finale. Al di là del gol del pari, è un punto guadagnato o due punti persi guardando alla partita nel complesso?

Ad ogni fine gara bisogna rispettare sempre l'esito della stessa anche perché non può essere modificato. É chiaro che si scende in campo ovunque e sempre per cercare l'intera posta e alimentare la classifica. Allo stesso tempo posso dire che la partita l'abbiamo interpretata con ritmo e personalità tecnica al cospetto di un squadra che sarà sicuramente una delle protagoniste del girone per bontà d'organico e determinazione. Nel complesso non amo impattare e dividere i punti in palio però posso dire bravi ai ragazzi che hanno costruito tanto e anche nella difficoltà emotiva dello svantaggio hanno trovato nuove idee per restare in piedi e pareggiare concludendo in crescita.

Il forte vento ha condizionato le operazioni di gioco, ma soprattutto nel primo tempo la Vjs Velletri ha espresso un ottimo calcio senza subire mai la terza della classe. Hai qualcosa da rimproverare ai ragazzi visto il mancato raggiungimento dei tre punti in una gara dimostratasi alla portata su un campo caldo?

Non credo ci sia molto da rimprovare anche perché ti ripeto che tutto quello che noi proponiamo in settimana puntualmente riusciamo a ripresentarlo in campo. Certo la differenza la fanno sempre attenzione e gesto. Quando queste due variabili si incasellano al momento e nel posto giusto tutto ne trae beneficio. E parlo di manovra pulita,di anticipi,di continui duelli,di conclusioni a rete sempre più precise e decisive. Oggi tutto questo c'è stato ma se vogliamo accelerare e crescere serve continuità nei 90' perché siamo in un girone che non ti da tempo di relax o di gestione risorse.

Il bottino delle prime dodici è di 20 punti. Quinto posto, 5 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte. Bilancio soddisfacente o a tuo avviso manca qualcosa alla classifica della Vjs?

Il pensiero fisso rimane quello di allenare forte i nostri principi di gioco e la condizione anche umorale per tutto l'arco di questa stagione. Solo sposando questo credo di lavoro competente e grande euforia nella proposta con base ludica,questo gruppo continuerà il proprio percorso nel rispetto di chi siamo ma soprattutto di cosa vogliamo fare della stagione. Spesso ripeto loro che non esistono limiti ma domande e quindi soluzioni e dubbi. Superare insieme le risposte é lo step successivo e quindi la crescita consapevole a cui un gruppo sano deve ambire per costruirci sopra credibilità. Presenza, sudore, appartenenza rappresentano la base del gruppo che ho a disposizione

Ora una domenica di stop e poi prima della Befana si torna in campo per una gara ostica contro la nuova cenerentola Lanuvio. Un match ad alto rischio considerando che le soste spesso sovvertono i pronostici?

Chiaramente dopo la sosta per le festività si continuerà a fare sul serio col campionato. Tutte le gare partono da 0 -0 e proprio per questo motivo non possono esistere pronostici certi. Sicuramente scenderemo in campo pronti perché questa é la nostra mentalità lavorando e studiando una partita alla volta senza contare ne sull'approssimazione ne su una fame minore. Ricevo dai ragazzi buone sensazioni di convinzione e sfrontatezza nel proporre le proprie soluzioni e credo che la strada imboccata rimanga quella corretta. Un impronta e un ordine ben definito possono renderci fastidiosi e competitivi nel campionato e questa resta la meta per cui ogni giorno lottiamo e impariamo. Con l'occasione di queste parole dopo un gran bel match, auguro a tutto il mondo Vjs un sereno natale da vivere in famiglia e un inizio 2020 col sorriso sempre di chi ha qualcosa da dire.

Visite

0714979
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Scorsa Settimana
Questo Mese
Scorso Mese
Totali
106
681
3823
5883
25654
26442
714979