Sala Stampa

Intervista al direttore sportivo Massimo Canini: "Vjs, continua così"

000000000000000000000000000000aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

La Vjs Velletri ha dovuto fermarsi sul più bello. Neanche il tempo di entrare nel sospirato clima campionato che il coronavirus ha imposto un altro stop, al momento fino a fine novembre.

Una tegola non da poco per i Dilettanti, viste le difficoltà organizzative che rendono poco probabili recuperi infrasettimanali o in notturna. I rossoneri avevano cominciato bene, forse il miglior avvio di stagione di sempre. Ne abbiamo parlato con il direttore sportivo, Massimo Canini.

Direttore, il campionato della prima squadra è iniziato bene con due vittorie e un pareggio. Come hai visto i ragazzi di mister De Massimi in campo nei primi duecentosettanta minuti?

Ho visto tre partite diverse l’una dall’altra. La prima molto bene, la squadra è stata propositiva e mi è piaciuta moltissimo, contro il Testaccio. Nella seconda invece avevamo di fronte un avversario agguerrito e un campo stretto, ma abbiamo conquistato un be punto. Nella terza ottimo l’avvio, con un 2-0 in pochi minuti. Forse poi ci siamo un po’ rilassati e sono usciti fuori loro, però non ci hanno messo in difficoltà e ci hanno sorpreso solo su punizione. Pure se la partita non è stata bella, abbiamo sfiorato noi di segnare il terzo gol.

I nuovi innesti a tuo avviso si sono integrati nella rosa? C’è soddisfazione per il mercato effettuato?

I nuovi innesti si sono integrati molto bene, penso a Gianmarco D’Agapiti, portiere di valore che conoscevo e che se sta bene come ora è uno dei migliori in circolazione, o Luca Quattrocchi che nella sua giovane età ha esperienza. L’unico rammarico è per Emanuele Cecchetti, il quale a causa di un problema ha dovuto abbandonare l’attività agonistica: di questo sono enormemente dispiaciuto sia a livello umano che sportivo. Aspettiamo anche Calegih e Picilli. Ci tengo a sottolineare che il mercato è stato fatto insieme al mister, abbiamo valutato molte proposte. La squadra andava rafforzata, non di certo rifondata, e lo abbiamo fatto nei reparti cruciali.

Cosa credi bisogni aspettarsi da questa Vjs Velletri, pur calcolando le variabili e le incertezze di questo periodo storico?

Dobbiamo aspettarci di fare un buon campionato e arrivare più in alto possibile. Abbiamo le carte in regola, la società è sana sotto ogni punto di vista. L’unico problema rimangono gli allenamenti, con orari e campi, e di questo stiamo cercando confronto con l’Amministrazione. Il nostro obiettivo, comunque, è di provare a salire.

Ti sei fatto un’idea sul girone E di Prima Categoria? C’è una vera e propria favorita?

Non credo, ma non conosco bene le squadre. Vedendo i risultati penso al fatto che il Real Marconi sia la sorpresa. Il loro ambiente è stimolante, stanno lavorando bene. Non penso ci sia un’ammazzacampionato, potremmo anche essere noi a ricavarci un bel ruolo accumulando risultati positivi che aumentano la consapevolezza della nostra forza. La Vjs Velletri ha un nome blasonato, è sempre vista come la squadra dal passato importante. Staremo a vedere…

Sponsor

Visite

1148791
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Scorsa Settimana
Questo Mese
Scorso Mese
Totali
709
533
3744
5450
19457
26558
1148791